News

Martín  Garaizabal Jimenez  è nato a Nalda (La Rioja) España, il 22 maggio 1583 e battezza il 17 giugno1583 nella Chiesa del suo villaggio. Il poco che conosciamo della sua infancia e gioventù lo dobbiamo ad un scritto[1] que lui stesso inviò dal Monte Carmelo. Da piccolo voleva essere religioso. Studiò nel collegio dei gesuiti…

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Cari fratelli e sorelle! Anche quest’anno il Signore ci concede un tempo propizio per prepararci a celebrare con cuore rinnovato il grande Mistero della morte e risurrezione di Gesù, cardine della vita cristiana personale e comunitaria. A questo Mistero dobbiamo ritornare continuamente, con la mente e con il cuore. Infatti, esso non cessa di crescere…

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Molti milioni di persone si riconoscono cristiani, pensano, in molte occasioni che si sono convertiti al cristianesimo. Ma è davvero così? Che cosa è realmente la conversione? Convertirsi è cambiare. Pensate alla farfalla dai colori brillanti. Prima di diventare questo bellissimo insetto, in realtà era qualcos’altro. Era, in un primo momento, un uovo minuscolo praticamente…

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Abbiamo dovuto aspettare fino al XXº secolo per avere i Carmelitani Scalzi un convento nella capitale della Terra Santa. Il nuovo convento dei Carmelitani Scalzi a Gerusalemme è stato Benedetto il 9 marzo di 1934. Il luogo scelto è stato provvisorio e apparteneva ai PP. Domenicani (in quel momento c’era anche il famoso domenicano P.…

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Quando ero un giovane studente di Filosofia ricordo la frase di un padre carmelitano asturiano che ci parlava della fauna del Carmelo per riferirsi ai frati dell’Ordine del Carmen Scalzo. Era una specie di barzelletta per farci vedere la varietà delle persone e stili che c’era e c’è dentro de l’Ordine. Il detto s’ispirava alle prime parole…

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Le campane con il loro tintinnio festivo ci chiamano sempre alla chiesa. Anticamente la campana era il segnale ed il suono per comunicare. C’era il tocco a ritroso, che era un modo di annunciare un pericolo imminente, il tocco era veloce e costante. Poi c’era il tocco dei defunti, che era un tocco costante e…

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Si avvicina la settimana di preghiera per l’unità dei cristiani. Qui in Terra Santa si percepisce la diversità e l’unità delle diverse credenze religiose. Chi scrive questo, domenica 5 ha celebrato l’Eucaristia alle 8 ore del mattino nella Basilica del Monte Carmelo accompagnato dal vescovo greco-melchita di Galilea, il quale ha partecipato alla Messa che io presiedeva…

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone